Nella media valle del Sangro, alle falde del Monte Lupara (1100 mt s.l.m.), sopra uno sperone di roccia, sorge Roio del Sangro, ridente paese dell'Abruzzo, in provincia di Chieti. Questa fortunata posizione fa di Roio un balcone dal quale si può ammirare uno splendido panorama che va dal Massiccio della Majella fino al mare. Nonostante la sua altitudine (840 mt. s.l.m.) gode di un clima temperato. La costa adriatica dista solo 60 km. e con meno di un'ora si raggiunge la più vicina spiaggia.

Presepi

Il Battesimo è il sacramento della nascita nella fede attraverso la partecipazione alla morte e resurrezione di Gesù Cristo. Tale sacramento lo si è ricevuto per diventare, sempre di più, cristiano: persona che sa amare perchè amata dal Cristo.

La Santa Famiglia di Nazareth sa bene che cosa significa una porta aperta o chiusa, per chi aspetta un figlio, per chi non ha riparo, per chi deve scampare al pericolo. Le famiglie cristiane facciano della loro

Il presepe di quest'anno ruota attorno al simbolo della porta che rappresenta il cuore dell'umanità dinanzi al Cristo che bussa.

Il presepe di quest'anno ripropone quegli aspetti fondamentali della vita cristiana che si chiamano virtù: fede, speranza e carità. In modo particolare si è voluto evidenziare la seconda perchè in un mondo in cui si percepisce tanta disperazione e senso di angoscia c'è bisogno di speranza: di quella luce giovane e bella che rende forti e capaci di proiettarsi verso il futuro senza paure.

Il presepe di quest'anno è dedicato a quegli aspetti fondamentali della vita cristiana che si chiamano virtù: fede, speranza e carità. In modo particolare si è voluto evidenziare la seconda perchè in un mondo in cui si percepisce tanta disperazione e senso di angoscia c'è bisogno di speranza: di quella luce giovane e bella che rende forti e capaci di proiettarsi verso il futuro senza paure.

Presepe 2011

Il Dio che si fa carne penetra dai cieli nel cuore della terra e dell'umanità diventando il compagno del viaggio di ogni uomo. Cristo è il cuore che pulsa di un amore immenso, di un amore capace della grandezza del perdono e del dono di sé fino alla morte. Ascoltare le profondità

L'unione con Cristo, il Figlio, l'Amato, suscita un nuovo rapporto fra l'uomo e il creato, caratterizzato non più dall'antagonismo e dal dominio, come quello prodotto dal peccato, ma dal rispetto e dall'accoglienza verso tutto ciò che esiste. (..)

Il presepe di quest'anno vede nascere Gesù su una barella in quando è dedicato agli ammalati e a tutti quelli colpiti da sofferenze fisiche come la vecchiaia (rappresentata dalla persona anziana e dalla casa di riposo),

L'ispirazione del presepe di quest'anno è venuta pensando a tutti i lavoratori roiesi (di ieri e di oggi) che sono partiti dal paese per andare in altre nazioni o regioni d'Italia è un modo per ricordare le loro sofferenze. te loro fatiche e l'amore che li ha sostenuti nel sacrificio per la propria famiglia.

Il Natale è sempre stata l'occasione per ricordare che ogni uomo o donna incontrati, sono fratelli: dagli immigrati che approdano sulle coste d'Europa alla ricerca di una speranza, agli ebrei, ai musulmani e a chi professa altre religioni. Ricordando il suo recente viaggio in Turchia,

Gesù è nato,più di 2000 anni fa, in una stalla: uno dei luoghi frequentato dai poveri, da quelli che vivevano al margine della società ebraica. Non si può pensare che se nascesse oggi sceglierebbe uno dei barconi degli immigrati? Oppure una cittadina terremotata del Pakistan? O un ospedale... là dove si riversano e si incontrano sofferenze di ogni tipo?

Il presepe di questo Natale 2004 desidera ricordare il fatto che quest’anno è stata la regione Abruzzo a consegnare l’olio della lampada che arde dinanzi alla tomba di S. Francesco ad Assisi. Il presepe è rappresentazione della nascita di Cristo e di quanto hanno fatto per l’umanità

Poi Iddio cosi' parlò a Noè e ai suoi figli: (...) << Questo sarà il segno del patto che io faccio tra me e voi e tutti gli esseri viventi che sono con voi, per le generazioni future: io pongo il mio arco nelle nubi e servirà di segno del patto fra me e la terra. . Quando accumulerò le nubi sopra la

I Templari

E' uscito alle stampe il saggio sui Templari del nostro compaesano Prof. Alessio Coletta. Dopo un accenno sulla storia di questi

Per saperne di più...

Vasca di S. Filippo

La ricerca e la pulizia della vasca durante una ricognizione avvenuta nell'agosto 2006.

 

Per saperne di più...

Veduta aerea su Roio

Riprese aeree effettuate in data 26/05/2009 su Roio del Sangro, Chieti, Italia.

 

Guarda il video...