Nella media valle del Sangro, alle falde del Monte Lupara (1100 mt s.l.m.), sopra uno sperone di roccia, sorge Roio del Sangro, ridente paese dell'Abruzzo, in provincia di Chieti. Questa fortunata posizione fa di Roio un balcone dal quale si può ammirare uno splendido panorama che va dal Massiccio della Majella fino al mare. Nonostante la sua altitudine (840 mt. s.l.m.) gode di un clima temperato. La costa adriatica dista solo 60 km. e con meno di un'ora si raggiunge la più vicina spiaggia.

Sei qui: HomeNotizie

Come rinasce un piccolo borgo

Letto 318 volte
Vota questo articolo
(19 Voti)

Riportiamo un bell’articolo apparso in questi giorni sul nuovo inserto del Corriere della Sera

" Buone Notizie ".

Tante sono le somiglianze con il nostro paese:

-       Forte spopolamento

-       Assenza di nascite

-       Abbandono

-       Terreni incolti o peggio ancora, sfruttati e derubati

-       Abitazioni private vuote o in vendita

-       Abitazioni comunali vuote e non sfruttate

-       Capannoni e casolari di campagna pubblici da sfruttare

-        Sentieri da valutare

-       Oltre alla Presenza di una struttura di accoglienza

Ed altri se ne potrebbero aggiungere.

A Castel del Giudice per iniziativa del sindaco, di un imprenditore attaccato alla propria terra, di diversi anziani e con il contributo iniziale del Comune hanno fanno i fatti. Da noi ci si trastulla, si dorme o meglio ancora, alcuni si fanno i fatti loro.

E dire che alcune iniziative di quelle intraprese dal sindaco di Castel del Giudice erano state sottoposte all’attenzione di alcuni nostri amministratori già all’inizio dello scorso mandato (qui potete leggere le mail inviate) ma ....non se ne fece nulla.

In questi mesi stiamo vivendo il problema dei nostri terreni soggetti ad operazioni che potrebbero portare anche alla perdita della proprietà per “USUCAPIONE”. Anche in questo caso, nel corso delle ultime riunioni in sala consiliare abbiamo proposto l’incentivazione di una iniziativa pubblico/privato per il loro sfruttamento chissà!!!.

6 commenti

6 commenti

  • inviato da Mimmo Galluppi

    Lunedì, 13 Novembre 2017 12:03

    Caro Rocco, ho capito quanto era celato nel tuo breve messaggio. Certo che siamo fortunati a Roio, anche per i servizi essenziali e vitali da te segnalati e che noi residenti apprezziamo. La vera Fortuna, quella che pochi italiani hanno, è che viviamo in un borgo dove l'aria è frizzante e purissima.
    Per l'acqua potrei documentarti sulle vere cause della sua non potabilità ma, per carità cristiana, preferisco adesso tacere. Ho avuto la visita di alcuni amici di Atessa (che poi non è tanto lontana da Roio) e mi confessavano di vedere "le stellette" negli occhi, per merito appunto di una insperata iperossigenazione.
    Il problema nasce quando qualche cretino conclamato, preso da un eccesso di delirio di onnipotenza, lascia la macchina accesa mentre assolve ad altre incombenze (caffé al bar bar, Comune, poste e dottore o così, tanto per dimostrare al vuoto, chi comanda in paese). Poi, a turbare la nostra pace e la nostra sicurezza, sono gli avvinazzati di Roio e dei paesi limitrofi che, certi di una assoluta non perseguibilità, fanno il pieno di alcool e riprendono allegramente il loro cammino guidando l'auto. Se fermati da chi dovrebbe, assisteremmo all'arresto dell'autista, al sequestro dell'auto e al ritiro della patente poiché la pericolosità di ubriachi alla guida è notoria e non devo convincere nessuno di ciò. Per il resto, caro Rocco, vivo in un paese di poche anime, turbate, ma non tanto, da dementi, locali e forestieri, che aborrono parcheggiare la propria preziosissima auto nel parcheggio ad essa destinato. Caro Rocco, se potessero entrerebbero nel bar, alle poste, al Comune o dal dottore con l'auto. Poiché alcune barriere architettoniche impediscono loro questa specie di drive-in, parcheggiano dove resta loro più comodo, come se fossero handicappati estremi. O forse lo sono, nel cervello. Bene, caro Rocco, come sempre ti aspetto per un buon caffé e uno scambio di opinioni. Un sincero abbraccio.
    Mimmo

  • inviato da rocco

    Domenica, 12 Novembre 2017 21:14

    caro Mimmo
    la fortunata Sopravvivenza a Roio di un negozio, di un bar, di un ristorante, e di una parrocchia, medico e farmacia ......mi porta a sperare che tutti i servizi (invernali e non ) funzioneranno alla perfezione , anche in considerazione del fatto che tutti stiamo facendo il nostro dovere dal lato delle tasse
    L'intervento tardivo e svogliato da parte degli enti preposti verrebbe vissuto come il definitivo abbandono del paese al suo destino.....

  • inviato da Mimmo Galluppi

    Domenica, 12 Novembre 2017 17:24

    Sono sempre sconcertato dai messaggi esoterici e criptici del caro Rocco:

    Giovedì, 09 Novembre 2017 01:12
    sono sicuro sarà tutto perfetto....comunque

    Chiaramente la mia superficialità conclamata, e solo essa, mi spinge a chiedere lumi, a Rocco o a chiunque, in merito a cosa
    sarà tutto perfetto...comunque.
    Grato.
    Mimmo

  • inviato da rocco

    Giovedì, 09 Novembre 2017 01:12

    sono sicuro sarà tutto perfetto....comunque

    https://www.youtube.com/watch?v=W0zSyrObgG0

  • inviato da Mimmo Galluppi

    Sabato, 04 Novembre 2017 21:12

    Caro Rocco, spero che il rientro a casa sia stato gradevole e sereno. A Roio la ottima pulizia delle strade dalla neve, è merito di questa e delle precedenti Amministrazioni (l'obiettività è d'obbligo) che hanno profuso interventi pianificati per tenere sempre sgombre le strade. Anche questo anno, ne sono convinto, saremo protetti da un buon "piano neve" del Comune. Quella che è adesso l'associazione dei Comuni provvederà, come l'anno scorso, a pulire le strade di comptenza. Ho qualche dubbio (spero di essere smentito) per quanto riguarda la strada provinciale ovvero sotto la giurisdizione della Provincia di Chieti e Regione Abruzzo. Quest'ultima è inefficiente e inefficace poiché gli amministratori, in primis il presidente, sono "in tutt'altre faccende affaccendati". Purtroppo siamo amministrati da (censura) che hanno un solo obiettivo: (censura). Basta guardare, pur se politicamente molti hanno le fette di prosciutto sugli occhi, le condizioni delle strade dal bivio di Rosello - Roio - Momteferrante. Quest'ultima ha due frane pericolosissime su cui transitano, oltre a macchine di privati, alcuni pullman con passeggeri. Diciamo che le strade suddette sono la metafora delle condizioni della Provincia di Chieti e della Regione Abruzzo che ha assimilato tutte le strade provinciali e regionali sotto la propria gestione. E questi sono i risultati. Forse è arrivato il momento di mandare tutti a casa?

  • inviato da rocco

    Giovedì, 26 Ottobre 2017 15:19

    la provincia assicura le strade pulite quest'anno

    https://www.youtube.com/watch?v=zo3owxmrRyo

Lascia un commento

Assicurarsi che i campi con l'asterisco(*)siano riempiti.
E' consentito l'uso di HTML.

I Templari

E' uscito alle stampe il saggio sui Templari del nostro compaesano Prof. Alessio Coletta. Dopo un accenno sulla storia di questi

Per saperne di più...

Vasca di S. Filippo

La ricerca e la pulizia della vasca durante una ricognizione avvenuta nell'agosto 2006.

 

Per saperne di più...

Veduta aerea su Roio

Riprese aeree effettuate in data 26/05/2009 su Roio del Sangro, Chieti, Italia.

 

Guarda il video...