Nella media valle del Sangro, alle falde del Monte Lupara (1100 mt s.l.m.), sopra uno sperone di roccia, sorge Roio del Sangro, ridente paese dell'Abruzzo, in provincia di Chieti. Questa fortunata posizione fa di Roio un balcone dal quale si può ammirare uno splendido panorama che va dal Massiccio della Majella fino al mare. Nonostante la sua altitudine (840 mt. s.l.m.) gode di un clima temperato. La costa adriatica dista solo 60 km. e con meno di un'ora si raggiunge la più vicina spiaggia.

Sei qui: HomeLe OriginiRepertiDocumenti Antichi

Documenti antichi

Letto 3396 volte

CARTA DOTALE STILATA A ROIO L' 11/10/1840



Pagine relative. ad un vecchio documento "Dotale" stipulato a Roio l' 11 Ottobre 1840,    riguarda un contratto di quegli anni quando alle donne che andavano a nozze venivano date in dote tutta una serie di oggetti e beni di vario genere - Per questi veniva fatto un regolare contratto, firmato per accettazione dagli sposi e controfirmato dai testimoni.Nel documento in esame sono riportati anche i doni in denaro dei parenti.Probabilmente con questo contratto, la sposa rinunciava ad ogni futura pretesa sulla eredità che gli spettava  a favore del primogenito maschio.

 

Compravendita




L'anno mille ottocentoquarantacinque il giorno sei febbraro in Rojo.
Dichiaro io qui sottoscritta, autorizzata da mio marito che anche si sottoscrive, vendere ed alienare come di fatti al mio paesano Ferdinando Ramondelli un fondo di mia proprietà avuto per dote dal mio Genitore, per la somma di ducati ventiquattro.Detto fondo dell'estensione di tomoli due, sito in contrada detta colle della salza, confinato da Carmine fu Gaetano Di Carlo, e Francesco Colacurto, e dagli eredi del fu Giuseppe Pellegrino. Il contributo fondiario resta a carico dell'acquirente Ramondelli che comincerà a pagare in Agosto epoca in cui il sopradetto fondo sarà stato raccolto ed epoca in cui potrà leggittimamente mettersi in possesso. Mi obbligo pure che ove il Ramondelli venisse turbato dal pacifico possesso, possa il medesimo rivolgere i suoi diritti e ragioni sopra altro mio fondo, sempre però per il valore suddetto di ducati ventiquattro. Dichiaro in fine di avermi ricevuta la cennata somma di ducati ventiquattro in tanta moneta di argento,  rifaciendo la presente scrittura rogata di mia propria mano, che io e mio marito per l'autorizzazione abbiamo sottoscritta.

 

 

Atto redatto in data 4 maggio 1836

I Templari

E' uscito alle stampe il saggio sui Templari del nostro compaesano Prof. Alessio Coletta. Dopo un accenno sulla storia di questi

Per saperne di più...

Vasca di S. Filippo

La ricerca e la pulizia della vasca durante una ricognizione avvenuta nell'agosto 2006.

 

Per saperne di più...

Veduta aerea su Roio

Riprese aeree effettuate in data 26/05/2009 su Roio del Sangro, Chieti, Italia.

 

Guarda il video...