La Vasca di San Filippo

In un’ansa del fiume Paganello, sepolta dalla vegetazione è possibile visionare ancora oggi, una profonda vasca realizzata a scalpello sulla sommità di una grande roccia, detta "vasca di San Filippo", dove i Roiesi mettevano offerte votive.

Il retaggio di questo manufatto rimanda ad antichi culti pagani e la realizzazione dell’incavo della vasca doveva corrispondere ad una misura, ad una quantità stabilita.

 

Il merito della riscoperta di questo manufatto è da attribuire a Peppe Coletta, che spesso ne parlava al nipote Alessio.

Venne localizzata una mattina dell'agosto 2001 dopo varie ricerche tra la folta vegetazione .


 

Nelle foto: Enzo, Nicolino e Ugo durante una ricognizione avvenuta nell'agosto

2006 rimuovono parte della vegetazione che ricopre la vasca.

La vasca risulta inclinata all'incirca di un 25% in quanto la roccia

sulla quale è stata incavata si è spezzata in due.

Di fianco alla vasca principale sembrerebbe incavata una seconda vasca di dimensioni inferiori

Letto 39657 volte

8 commenti

  • Link al commento raspberry ketones Martedì, 23 Luglio 2013 16:30 inviato da raspberry ketones

    Aw, this was an exceptionally nice post. In concept I
    want to place in writing such because this moreover – spending time and actual effort to create
    a good article… conversely so what can I say… I procrastinate alot through no indicates find a
    way to go completed.

  • Link al commento Mimmo Martedì, 23 Luglio 2013 16:50 inviato da Mimmo

    Caro Ketones, ti vorrei segnalare che questo è un sito italiano e dovresti scrivere in questa lingua. Capisco che state imponendo una specie di "dittatura linguistica" secondo cui, tutti i 7 mld di individui per comunicare devono utilizzare l'inglese. Purtroppo per te, pur conoscendo perfettamente, molti di noi di questo sito, l'inglese preferiamo scrivere nella nostra lingua. Saremmo tutti felici se tu, come noi abbiamo studiato l'inglese (di media 1.500 ore per capirci qualcosa) adesso ti metti a studiare l'italiano, una delle lingue più colte e raffinate. Ciao

  • Link al commento rocco Mercoledì, 24 Luglio 2013 18:23 inviato da rocco

    scusate il ritardo, ma da una settimana non ho aperto la pagina roiese, non parlo inglese.....quando posso scrivo.
    a presto a roio

    Figline 18/07/2009


    confidenza d’estate

    non ricordo
    piacere d’estate
    come quello di oggi

    poca cosa
    piccolo piacere
    ma l’aria fresca
    l’ombra asciutta
    i rumori poco molesti

    il vento mi accarezza
    da sinistra a destra
    ne calura ne afa
    leggera fresca carezza d’estate
    bruciata dal sole

  • Link al commento Mimmo Giovedì, 25 Luglio 2013 11:47 inviato da Mimmo

    Rocco, è tua la poesia?

  • Link al commento rocco Lunedì, 29 Luglio 2013 18:11 inviato da rocco

    questa è la prima........ti farò dono delle altre

    Figline v. d.



    Il cielo disegna
    L’irregolare incontro
    Tra le colline e il cielo
    Il riflesso del plexiglas
    Della pensilina mi da noia
    Mi da noia ‘’troppo toscano’’’
    Per un abruzzese
    A figline v. d.
    Dopo un buon pasto
    A un tocco e mezzo di dicembre
    Con un sole di settembre
    Un prato verde di marzo
    Struttura in legno per giochi
    Macchine che escono dal nulla
    Con occhi accesi
    Svaniscono
    In un indicazione stradale

  • Link al commento Mimmo Martedì, 30 Luglio 2013 15:26 inviato da Mimmo

    Grazie Rocco. Voglio riservarmi qualche giorno di tempo per dare un mio parere, di alcun valore concreto. Le poesie, come qualsiasi altra espressione artistica o dei sentimenti, mi creano uno stato d'animo particolare se riesco ad "entrarci dentro" ed anche una sensazione fisica che si estrinseca con la"pelle d'oca". Poi, onestamente e senza falsa modestia, non ho studiato storia dell'arte e, tanto meno, letteratura (se non le quattro cose che si fa a Ragioneria). Quindi le mie percezioni sono istintive, selvaggie e come tali restano. Che dirti, visitando un museo posso provare emozioni fortissime, fino alle lacrime, di fronte ad una opera di pochissimo valore artistico e restare abbastanza indifferente di fronte ad una grande opera d'arte, conclamata ed acclamata come tale. Le stesse sensazioni se ascolto musica, leggo un libro, osservo la natura che amo immensamente. Un tramonto, un'alba, un mare agitato o una barca a vela lontana, una sorgente perenne, un nido d'uccelli, un volo d'uccelli. Grazie comunque per il dono. Con affetto ed amicizia. Mimmo

  • Link al commento rocco Giovedì, 05 Settembre 2013 18:24 inviato da rocco

    ricordi delle mamme ....... ..... ........ ....

    http://www.officinadellincontro.org/sito/6,storia,5.html

  • Link al commento rocco Sabato, 19 Ottobre 2013 11:31 inviato da rocco

    Sentirsi vicini..................
    http://www.youtube.com/watch?v=6VAaRoa3Sjo&feature=youtu.be

    rocco

Lascia un commento

Assicurarsi che i campi con l'asterisco(*)siano riempiti.
E' consentito l'uso di HTML.

Compleanni

Nessun compleanno oggi.

Ultime Notizie

Siti amici