Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.roiodelsangro.com/home/components/com_k2/models/item.php on line 763

Se Fossi Sindaco

Vota questo articolo
(4 Voti)

Inserite qui le vostre idee:

 Potete esprimere le vostre opinioni in assoluto anonimato, nel campo nome che vi viene richiesto potete inserirne uno qualsiasi, la mail non verrà visualizzata.

Tutti i commenti verranno controllati prima della loro pubblicazione. 

 


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.roiodelsangro.com/home/components/com_k2/templates/default/item.php on line 248

12 commenti

  • Link al commento Filippo Coletta Martedì, 30 Gennaio 2018 20:03 inviato da Filippo Coletta

    Appuro con soddisfazione la notizia che nel paese sono state installate delle telecamere esterne per la gestione della sicurezza. Mi associo, pertanto, ai complimenti verso tutta l'Amministrazione Comunale per il buon fine della richiesta che in tal senso avevano fatto alcuni cittadini.

  • Link al commento Mimmo Galluppi Martedì, 13 Febbraio 2018 18:49 inviato da Mimmo Galluppi

    Il buongiorno si vede dal mattino...
    E' giusto ricordare a italiani e stranieri che Roio del Sangro è un ridente borgo, posizionato a 850slm nella media valle del fiume Sangro. Da strategici belvedere si possono ammirare la Majella in tutta la sua maestosità, il lago di Bomba (o Colledimezzo, o Villa S. Maria o Pietraferrazzana) e il mare Adriatico nonché il nostro Monte Lupara e le montagne di Pizzoferrato, Gamberale. In lontananza i monti del Parco Nazionale d'Abruzzo e i contrafforti di Roccaraso. E' giusto ricordare, affinché non si dica "non lo sapevo" che il nostro amato Borgo è parte integrante della provincia di Chieti, quindi d' Abruzzo, quindi d' Italia ove, per quanto scalcinata e cannibalizzata da politici ingordi e corrotti, alcune regole vengono rispettate (certamente non dai politici). Esclusi questi ultimi, milioni di cittadini italiani e stranieri in Italia, sono tenuti a rispettarle, pena pesanti contravvenzioni. Ad esempio parcheggiare a" cazzo di cane" o lasciare per tempo indeterminato la propria auto col motore acceso (tanto per far vedere - erga omnes - di essere ricchi!). Ancor più ingozzarsi di alcool e poi rimettersi allegramente alla guida della propria auto adducendo motivazioni eclettiche e creative tipo: nella mia nazione non è reato - aoh, ma lo sai per chi lavoro? - ecc. ecc. Non voglio essere uccello del malaugurio ma provate a immaginare se uno di questi "campioni", dopo aver scolato diverse bottiglie di birra o altre bevande alcooliche, investisse un ragazzino che gioca a rincorrersi per il paese, o un/a anziano/a un po' sovrappensiero che attraversa la strada o chissà quale altra diavoleria il caso vorrà costruire; di chi sarebbe REALMENTE la colpa? Dell'inbecille alcolizzato (pagherebbe l'assicurazione???) o di chi di dovere ed a conoscenza certa di queste ripetute illegalità, gira sistematicamente e distrattamente la testa dall'altra parte o tollera con paternalistica superficialità che un alcolizzato, in preda ai fumi dell'alcool, faccia ciò che vuole con la sua auto sul territorio? Come se Roio non fosse in provincia di Chieti, ovvero in Abruzzo ovvero in Italia ma uno sperduto villaggio della steppa o del deserto ove le regole e le leggi le dettano chi è più violento, o ha più cavalli o più cammelli o più carburante da bruciare o tutte queste cose insieme per mostrare il proprio potere. Cari amici, noto che quasi nessuno di voi esprime, per iscritto, il pensiero che segue la lettura di tante riflessioni edite su questo sito. Vi chiedo di coniare, anche un solo aggettivo, per esprimere il vostro pensiero in merito a questa gentaccia che appesta e disintegra la antica dignità del nostro paese. Grazie

Lascia un commento

Assicurarsi che i campi con l'asterisco(*)siano riempiti.
E' consentito l'uso di HTML.